SETTEMBRE a CASA INSIEME

2,8,15,22,29 settembre – ore 16:00-19:00


1,3,8,10 settembre – ore 10:00-12:00

Metodo di studio in caso di dislessia o altro DSA

Si sente sempre molto parlare di metodo di studio e di strategie di apprendimento. 
Se fate una ricerca in rete troverete di tutto: corsi, consigli, tutorial, ecc…
Ma cos’è esattamente il metodo di studio? esistono veramente delle strategie migliori di altre in caso di dislessia o di altro disturbo specifico di apprendimento (DSA)? 
E’ proprio vero che non esistono ricette comuni? 
Nella nostra esperienza sappiamo bene che la maggior parte degli studenti della scuola secondaria adotta la più semplice delle strategie: “leggo e ripeto”.
E sappiamo altrettanto bene che molti ragazzi con dislessia, pur facendo più fatica a leggere, adottano la medesima strategia: “leggo più volte e ripeto”
Se ci pensiamo bene questa è un’assurdità o, in gergo tecnico, una strategia disfunzionale, una di quelle metodologie che tendono ad affaticare lo studente senza produrre un buon risultato. 
I ragazzi con dislessia, infatti, dovrebbero fare esattamente il contrario per studiare, ossia ridurre al minimo il numero di volte in cui leggono il testo. Ma è possibile studiare leggendo solamente una o due volte il testo? Come si può fare, in questo caso, per assicurarsi un buon apprendimento? 
La risposta a questa domanda è banale ma allo stesso tempo complessa: basta usare le giuste strategie! Le modalità che rendono efficace lo studio e che riducono al minimo lo sforzo di lettura  sono un mix di strategie attentive, di ragionamento, di utilizzo di inferenze e collegamenti, di conoscenze su come funziona la nostra memoria. 
Il cuore del nostro metodo punta, in particolare, a:
aumentare la resa attentiva attraverso modalità che aiutano a ridurre le interferenze dell’ambiente esterno ed interno o che aiutano a gestire l’organizzazione e il tempo di studio. 
sfruttare bene la memoria attraverso la conoscenza delle modalità che aiutano a memorizzare. Non si tratta solo di mnemotecniche quanto di sapere, ad esempio, come gestire il ripasso, qual è il rapporto con gli aspetti attentivi e di ragionamento e quali sono le diverse modalità per memorizzare a seconda delle varie materie.
usare strategie di ragionamento che possono essere diverse e adattabili a seconda dello stile e delle caratteristiche individuali (sottolineatura, mappe, schemi, tabelle, annotazioni ecc). A questo proposito è necessario sapere che un aspetto fondamentale e che accomuna le varie metodologie è che, per studiare, serve collegare i nuovi concetti e le nuove conoscenze con quelle già possedute dai ragazzi in modo che si formi un autentico processo di apprendimento.
Lo scopo dell’educazione è consentire a chi impara di farsi carico della propria personale costruzione di significato. Il significato da valore all’apprendimento” (J. Novak).
Nei corsi che noi facciamo insegnamo esattamente questo! Attraverso le giuste strategie le nuove conoscenze possono venir cementate insieme alle precedenti in un insieme strutturato e ricco di significato, più facile anche da ricordare. Quando uno studente capisce che studiare non è solo “leggo e ripeto” allora si apre per lui un mondo di possibilità. 
Infine, sappiamo che modificare le proprie strategie non è sempre facile, per questo i corsi hanno un taglio molto pratico: agli studenti non viene semplicemente detto come fare per studiare ma provano concretamente le varie strategie in modo che ognuno, sperimentandole, trovi quelle che sono più adatte alla sua situazione, anche in base alla classe che frequenta e ai metodi e alle richieste che provengono dagli insegnanti delle specifiche materie.
Un corso ben strutturato è quindi la base di partenza necessaria per poter utilizzare modalità nuove di approcciarsi allo studio. Sappiamo che il percorso di gruppo tuttavia ha il limite di essere molto breve nel tempo, per questo prevediamo anche un incontro finale con i genitori, per condividere con loro le strategie insegnate ai ragazzi e inoltre è possibile proseguire con qualche incontro individuale, a seconda delle necessità.


1,3,8,10 settembre – ore 14,00-16,00

ROBOT SUMMER SCHOOL

Prosegue l’attività dei piccoli maghi della robotica anche nel mese di settembre
Riparte Robotica Educativa, il corso base dedicato anche a chi è alle prime armi. Per imparare a costruire e muovere un robot, stimolare creatività, fantasia, spirito di cooperazione e un approccio diverso alla tecnologia.
Per bambini e bambine dai 6 agli 11 anni
QUANDO e DOVE:

  • dalle 14 alle 16, nei giorni 1, 3, 8,10 settembre a Thiene in via Braghettone 20
  • dalle 17.15 alle 19.15, nei giorni 1, 3, 8,10 settembre a Marostica in via Roma 34

Rimborso spese: 80 euro a partecipante
ISCRIZIONI: Posti limitati e in ordine di iscrizione, scadenza iscrizioni entro il 20 agosto tel 3471617815 oppure robotica.neuroscienze@gmail.com
Attività riservata ai soci dell’associazione (quota annua 10 euro)


5 settembre ore 20,30

Roberto Sperotto e Roberto Mantiero raccontano la storia dei due aviatori Thienesi e presenteranno il loro libro
“I CUGINI FERRARIN UOMINI E PILOTI”.
Ingresso NON A PAGAMENTO ma con
PRENOTAZIONE mail a icuginiferrarin@gmail.com
o con whats app al 388-326.3621.
L’accesso alla sala con mascherina sarà concesso fino all’esaurimento dei posti a sedere in base alle vigenti normative di legge.


10 settembre ore 17,00-19,30

Siamo molto felici di invitarvi all’evento Imprese di Valore – modelli di business per territori responsabili, che si terrà il 10 settembre 2020, dalle 17 alle 19.30 nella location di Casa Insieme a Thiene, noto centro di relazioni del territorio. La situazione della pandemia globale ci mette alla prova, ma vogliamo ripartire da qui, dalle relazioni, come ci eravamo lasciati.
In questa occasione verrà presentato il tema della Responsabilità Sociale d’Impresa, oggi più attuale che mai, direttamente dagli imprenditori che hanno scelto questo percorso, da una prospettiva aziendale verso il territorio. Essere imprese responsabili non è solo una questione di sensibilità imprenditoriale, ma un vero e proprio modello di business positivo e di crescita. Per questo il format dell’evento ci porterà a comprendere questi meccanismi andando a conoscere le best practices di prodotti, processi, risorse, fornitori e territori gestiti in maniera responsabile. Il modello di business si trasforma generando impatti sociali e ambientali positivi, ma anche strategia d’impresa, vantaggi e benefici aziendali.
Questo evento si propone come l’opportunità di mettere in pratica questa visione, creando una vera rete di imprese nel territorio, grazie all’aperitivo di networking offerto e al secondo appuntamento con il Boot-camp Imprese di Valore.
Inoltre, le imprese che parteciperanno all’evento potranno accedere gratuitamente l’assessment sulla RSI “Qual è il valore del tuo business?”, ovvero uno strumento di autovalutazione e misurazione per comprendere il livello di Responsabilità nella propria azienda.
“Imprese di Valore” è promosso da Samarcanda Soc. Coop. Onlus insieme a Fondazione Etica ed Economia e Framyx Srl, con il contributo di Fondazione Cariverona e il patrocinio dell’Ordine dei Commercialisti di Vicenza, di Confartigianato Schio, del Comune di Schio e di Fondazione Insieme AltoVi.
L’iscrizione è obbligatoria sulla piattaforma Eventbrite, al seguente link  
https://www.eventbrite.com/e/imprese-di-valore-modelli-di-business-per-territori-responsabili-tickets-114501023644 



VENERDI’ 25 settembre ore 20,15

Litigare…bene!!!
Situazioni di stress, stanchezza e ansia? Difficoltà ad affrontare imprevisti e contrattempi?
Noi abbiamo la soluzione! una soluzione alternativa e unica nel suo genere, che esula dall’insegnamento tradizionale…un metodo fondato sull’intelligenza emotiva
Di cosa si tratta? Vieni a scoprirlo!!! Ti aspettiamo alla serata di presentazione
Non mancare! Sarà un’occasione unica per conoscere nuove strategie per…litigare bene!
Ingresso NON A PAGAMENTO ma con
PRENOTAZIONE con whats app al 349-124.5897
L’accesso alla sala con mascherina sarà concesso fino all’esaurimento dei posti a sedere in base alle vigenti normative di legge.


La dimensione affettiva e sessuale nelle persone con disabilità è fondamentale anche se spesso negata. Parlarne, affrontare il tema ed educare la persona con disabilità in questo ambito, significa:

  • lavorare per lo sviluppo della loro identità
  • accompagnarla nella relazione adeguata con gli altri
  • prevenire comportamenti problematici
  • prevenire situazioni di rischio

Ingresso NON A PAGAMENTO ma con
PRENOTAZIONE mail a mara.pigatto@alice.it  
o con whatsapp al 351-598.6407.
L’accesso alla sala con mascherina sarà concesso fino all’esaurimento dei posti a sedere in base alle vigenti normative di legge.


1 Comment

Lascia un commento